Infortuni Studenti

La polizza infortuni stipulata dall’Ateneo copre gli infortuni subiti nel mondo intero, in occasione della partecipazione ad attività istituzionali e dei necessari trasferimenti con qualsiasi mezzo. Per infortunio si intende l'evento fortuito, violento ed esterno (quindi diverso dalla malattia), con alcune specifiche estensioni, quali ad esempio avvelenamento, annegamento, assideramento, sforzo muscolare... Per i Borsisti di Area Medica e per i frequentanti lauree specialistiche delle Professioni Sanitarie e il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, è prestata anche la garanzia per contagio accidentale da virus HIV ed Epatite B e C.

La polizza copre i casi di morte, invalidità permanente anche parziale e il rimborso delle spese sanitarie.

 

Ricordiamo che la copertura dei MEDICI SPECIALIZZANDI nello svolgimento delle attività assistenziali, è A CARICO DELL'AZIENDA SANITARIA OSPITANTE (D.Lgs. 368/99, art. 41, comma 3). Gli iscritti alle Scuole di Specializzazione Sanitaria dovranno quindi rivolgersi, in caso d'infortunio, agli Uffici preposti dell'Azienda stessa.

 

Quali sono i soggetti assicurati?

Gli studenti e l'I.N.A.I.L.

La copertura antinfortunistica che l'I.N.A.I.L. assicura ai dipendenti di Unife, è estesa, con alcune limitazioni, anche agli studenti universitari.

Poiché solo l'I.N.A.I.L. può pronunciarsi sull'indennizzabilità dell'infortunio, si consiglia agli studenti di DICHIARARE SEMPRE L'INFORTUNIO SUL LAVORO alla struttura sanitaria a cui si sono rivolti, in modo da consentire all'Ufficio Sicurezza e Ambiente di istruire la relativa pratica.

 

Per quanto riguarda invece gli infortuni subiti dal PERSONALE STRUTTURATO, si invita a seguire la procedura indicata a questa pagina .

 

Come fare per...

Al verificarsi dell’evento, l’infortunato deve immediatamente recarsi alla struttura pubblica competente (es. Pronto Soccorso, medico di famiglia, ..) dichiarando l'INFORTUNIO SUL LAVORO. La struttura, effettuati gli accertamenti del caso, redigerà il consueto certificato medico e compilerà il certificato telematico I.N.A.I.L. previsto dalla normativa. All'infortunato verranno dunque rilasciati copia del primo e i dati identificativi del secondo (numero e data di rilascio).

Terminata questa procedura e nel più breve tempo possibile, l'infortunato trasmetterà all’Ufficio la seguente documentazione:

  • apposito Modulo di denuncia debitamente compilato e firmato;
  • certificato medico;
  • Consenso trattamento dati;
  • in caso d’infortunio in itinere, copia Constatazione Amichevole e/o verbale redatto dalle Autorità.

 

Scarica qui:

Modulo di denuncia

Consenso trattamento dati